YBlog

Due cose che devi sapere sulle prossime elezioni del Parlamento Europeo che quasi nessuno ti dice

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 15 aprile 2014

– di Fabio Alemagna

E’ di nuovo tempo di elezioni – sembra che non finiscano mai! – ma è giusto così, vuol dire che abbiamo nuovamente un’occasione per incidere sulle decisioni che hanno a che fare con la vita di tutti, e quindi anche la nostra, sarebbe un male non approfittarne.

Il prossimo 25 maggio si deciderà chi andrà a sedere sugli scranni del Parlamento Europeo, e mai come a questo giro l’attenzione è stata così alta su questa istituzione. Tra chi spinge per mettere l’Unione Europea e/o l’Euro in discussione e chi spinge per tenere tutto così com’è, sembra che non ci sia altro di cui discutere, ed invece in Europa si decidono moltissime altre cose, e su due di queste in particolare voglio attirare la vostra attenzione: i diritti digitali ed i diritti civili.

Cosa sono i diritti digitali ed i diritti civili?

Parliamo di diritti digitali per indicare la libertà delle persone di agire ed esprimersi senza costrizioni attraverso l’uso di dispositivi elettronici ed in particolare della rete internet e di qualsiasi altra rete di comunicazione. I diritti digitali sono un’estensione dei principi di libertà di espressione e garanzia alla privacy propri dei diritti umani.

Parliamo di diritti civili per indicare tutto ciò che è garantito dalle costituzioni e legislazioni dei singoli stati ai cittadini che fanno parte di quegli stati. Negli ultimi anni si è fatto molto riferimento ai diritti civili in connessione all’estensione ai non eterosessuali dei diritti garantiti agli eterosessuali. Ad esempio, è famiglia solo quella costituita da un uomo ed una donna, od anche quella costituita da due uomini o da due donne? Questa è una di quelle domande che hanno a che fare con la questione dei diritti civili, e ne avrete certamente sentito parlare.

Cos’ha a che fare tutto ciò con le Elezioni Europee?

Quello che caratterizza un popolo non è se condivide una moneta per gli scambi commerciali, ma se condivide dei valori che gli consentano di sentirsi parte di un’unica comunità. Se parliamo di Europa Unita, dobbiamo necessariamente interrogarci su quali siano questi valori comuni a tutti gli stati membri, o decidere quali vogliamo che lo diventino. In altre parole: che Europa desideriamo? Come vogliamo sia la comunità nella quale vivranno i nostri figli, ed i figli dei loro figli? Che diritti vogliamo che a loro siano garantiti? C’è un luogo dove questi nostri ragionamenti possono arrivare ad una sintesi ed infine a delle decisioni, ed è il Parlamento Europeo.

Tu puoi fare la differenza!

Se tu vuoi un’Europa in cui i diritti digitali siano garantiti per tutti ed in cui gli stati membri adottino tutte le politiche necessarie per abbattere le discriminazioni di genere ed orientamento sessuale, allora puoi fare la differenza: impegnati a votare chi si impegna a garantire quei diritti.

Varie organizzazioni non governative stanno in questi giorni diffondendo due distinti appelli a tutti i candidati al Parlamento Europeo, affinché si impegnino a sottoscriverli pubblicamente: in questa maniera tu, quando sarà il momento di votare, potrai decidere chi votare anche sulla base di questi impegni!

La Carta dei Diritti Digitali di We Promise EU

We Promise è un’inziativa di EDRi e  GoVeto, sta per “Noi Promettiamo” e si rivolge a sia a te che ai candidati al Parlamento Europeo. E’ una carta composta di 10 punti sui diritti digitali che i candidati promettono di rispettare e per questo tu puoi promettere di votarli. Per vedere la lista dei candidati italiani che al momento hanno sottoscritto l’iniziativa CLICCA QUI.

Il candidato che sottoscrive la carta afferma quanto segue (clicca su ogni voce per espandere la sua spiegazione).

Mi impegno a promuovere la trasparenza, l’accesso ai documenti e la partecipazione dei cittadini

Mi impegno a sostenere la protezione dei dati e la legislazione sulla privacy

Mi impegno a tutelare l’accesso illimitato ad Internet ed ai servizi in rete

Mi impegno a promuovere l’aggiornamento della legislazione relativa al diritto d’autore

Non sono a favore dell’adozione di misure di sorveglianza non controllate

Mi impegno a promuovere l’anonimato in rete e la crittografia

Sono contrario alla privatizzazione del potere esecutivo, al di fuori dell’iter giudiziario

Mi impegno a sostenere i controlli sulle esportazioni di strumenti di sorveglianza e di tecnologie atte alla censura

Mi impegno a difendere il principio del multistakeholderism

Mi impegno a promuovere il Free Software (Open source software)

L’appello #ComeOutEP2014 di ILGA Europe

#ComeOutEP2014 è un’iniziativa di ILGA Europe,  la sezione europea dell’Associazione Internazionale di Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transessuali ed Intersessuali. Anche in questo caso i candidati si impegnano a sottoscrivere una carta di 10 punti. Tu che vai a votare e che vuoi che l’Europa sia un luogo dove la parità sia garantita a tutti a prescindere dall’orientamento e dal genere sessuale, controlla che il tuo candidato sia in lista, CLICCANDO QUI e selezionando l’Italia sulla mappa!

Il candidato che sottoscrive la  #ComeOutEP2014 si impegna a promuovere la parità LGBTI sostenendo le seguenti azioni (clicca su ogni voce per espandere la sua spiegazione):

Adottare una tabella di marcia dell’Unione europea per la parità tra persone LGBTI

Far rispettare i diritti umani all’interno dell’Unione europea

Completare le leggi anti – discriminazione dell’UE

Combattere la violenza omofobica e transfobica

Promuovere una definizione inclusiva di famiglia nelle politiche dell’Unione europea

Assumere un ruolo guida nella tutela dei diritti dei Trans

Agire contro il bullismo scolastico

Combattere la discriminazione e le disuguaglianze del diritto alla salute

Garantire una protezione efficace per i richiedenti asilo LGBTI

Rendere l’Unione europea un faro nel mondo di uguaglianza per le persone LGBTI

Cosa? Il tuo candidato o la tua candidata preferit@ NON E’ IN LISTA?

Niente panico, rilassati e respira. Innanzitutto controlla di nuovo. Clicca qui per WePromiseEU e clicca qui per #ComeOutEP2014.

Se la ricerca ha dato nuovament esito negativo, allora male, molto male. Ma il potere è nelle tue mani. Hai due opzioni a tua disposizione, sarai tu a doverne scegliere una:

  1. Contatta il candidato o la candidata (meglio se pubblicamente, ma va bene anche in privato) e chiedigli di sottoscrivere i due appelli, e digli che se non lo fa non avrà il tuo voto!
  2. Forse hai sbagliato a preferire quel candidato o quella candidata, forse dovresti sceglierne un altro od un’altra tra quelli che hanno sottoscritto gli appelli. Pensaci seriamente.
Allora, che fai, prometti?

 

Fonte dell’articolo originale: http://www.informarexresistere.fr/2014/04/09/due-cose-che-devi-sapere-sulle-prossime-elezioni-del-parlamento-europeo-che-quasi-nessuno-ti-dice-2/

Advertisements
Tagged with: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: