YBlog

Riconoscere l’importante valore dell’odio parlato

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 4 novembre 2013


Vietare il cosiddetto “odio parlato” (o incitamento all’odio) è un errore grave, irresponsabile e serio per almeno tre ragioni. Tali restrizioni della libertà di parola, mentre vengono viste come un modo semplice per uscire da una situazione scomoda, sono terribilmente controproducenti anche dal punto di vista pragmatico. Inoltre, non esiste una cosa come “restrizione della libertà di parola” – c’è libertà di parola, o non c’è.

Diversi paesi – anche quelli che si considerano nel primo-mondo, nel mondo libero, hanno restrizioni su quali opinioni politiche si possono pronunciare in pubblico. Questi sono casi da manuale del non avere libertà di parola e, nonostante questo, i paesi tendono a continuare a far finta di avere la libertà di parola – al punto in cui è scritto nella Costituzione con procedimenti cerimoniosi, che poi vengono prontamente ignorati attraverso un certo numero di clausole di eccezioni.

Uno degli obbiettivi più facili per i politici irresponsabili populisti è il cosiddetto odio parlato, dove qualcuno esprime la rabbia, odio, o altre forme di pregiudizio verso un gruppo di persone. In tali paesi, politici irresponsabili tendono a vietare questo “odio parlato”, e punire duramente tali espressioni dell’opinione politica con pene detentive fino a cinque anni nel cosiddetto mondo libero.

Questo è populismo controproducente per tre ragioni .

1. Il principio:

O sei a favore della libertà di parola, o non lo sei. Non c’è nessuna libertà di parola, zero, se si consentono solo espressioni “accettabili”.

La libertà di parola esiste per proteggere la più spregevole delle espressioni, le esternazioni più vili. Questo è per un buon motivo: ogni tanto, gli sconvolgimenti dimostrano che le persone disprezzate erano quelle nel diritto morale. Questo è accaduto molte volte nella storia recente – i diritti umani per gli omosessuali ne sono un esempio recente. (Chi avrebbe potuto immaginare 50 anni fa, che gli esseri umani omosessuali erano anche esseri umani, e meritavano i diritti umani?)

La libertà di parola esiste specificamente per consentire di tutelare le opinioni che offendono e respingono le altre persone.

Se si consentono solo discorsi e opinioni che ti piacciono, un giorno o l’altro, qualcun altro consentirà solo i discorsi e le opinioni che piacciono a loro. Tali opinioni possono includere un divieto che riguarda voi in quanto essere umano, in qualsiasi modo, forma o contorno. (Non ridete. Questa è la realtà in Russia e in alcuni altri paesi per esseri umani omosessuali). Tale populismo ingenuo può tornarvi indietro e colpirvi rapidamente, se ci fosse un cambiamento di regime.

Una protezione cositituzionale non è mai stata necessaria per proteggere qualcuno che afferma un parere incontrovertibile sul quale tutti sono d’accordo, che è l’ equivalente di “i cuccioli sono carini”, “la torta di mele è buona”, o “siamo sempre stati in guerra con l’Eurasia”.

Mai prendere in giro un Negro,
Un terrone, o un Crucco, …

2. La pragmatica:

L’odio parlato è una valvola di sicurezza importante prima della violenza per odio.

Se si impedisce l’odio parlato, le persone inclini all’odio andranno direttamente dall’odio pensato alla terza fase, che è la violenza per odio. Cosa che va evitata.

Qualcuno che porta rancore non può essere rilevato nella fase dell’odio pensato – la fase di odio parlato è la prima tappa rilevabile per la società, ed è motivo per cui lo si vuole, lo vuoi vedere il più possibile. È qui che qualcuno può essere affrontato dalla comunità attraverso mezzi sia informali che formali – perché sono pieni di odio? Si sentono bene? Sono solo stupidi bigotti, e se sì, se ne può parlare? O hanno forse individuato una vera e propria ingiustizia nella società? (Non trascurate tale ultima possibilità).

In tutti e tre i casi, si desidera che questo odio parlato appaia, in modo che il problema possa essere affrontato serenamente. Se non gli è permesso di apparire, passerà alla fase successiva, che è la violenza per odio.

Vietare l’odio parlato non ci fa sbarazzare del problema. Tuttavia, distrugge la valvola di sicurezza cruciale nella società prima che appaia la violenza.

Oh, i protestanti odiano i cattolici ,
E i cattolici odiano i protestanti,
E gli indù odiano i musulmani,
E tutti odiano gli ebrei.

3. L’essere umano:

Vietare l’odio parlato stabilisce che le persone sono di valore diseguale.

In alcuni paesi, è vietato esprimere che le persone nate in una certa cultura o con un colore della pelle valgano di meno. Mentre sono d’accordo con questo di fatto – che nessuno valga di meno a causa di come è nato – una tale legge stabilisce esattamente questo.

Riflettete sul fatto che nessuna legge da nessuna parte in tali paesi vieta le espressioni di odio contro di me, un maschio di mezza età dalla pelle chiara. Eppure, ci sono diverse leggi che vietano le espressioni di odio contro altre persone che sono, come dice la legge, “meritevoli di tutela”.

Questo significa che una legge contro l’odio parlato solo verso determinati gruppi codifica che le persone sono di valore diseguale a causa delle condizioni in cui sono nate e non avevano voce in capitolo. Tale diritto non può assolutamente essere giusto.

In conclusione, ci sono molte buone ragioni per difendere l’odio parlato, ed i politici che prendono la via d’uscita più facile e vietano tali discorsi e opinioni (o difendono un divieto esistente) nel migliore dei casi sono negligenti e nel peggiore dei casi irresponsabili.

Articolo orginale http://it.falkvinge.net/2013/10/21/riconoscere-limportante-valore-dellodio-parlato/ tradotto da Mauro Pirata del Partito Pirata Italiano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: