YBlog

Come Bitcoin può abbattere gli Stati Uniti d’America

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 7 giugno 2013

bitcoin
Bitcoin rappresenta una minaccia significativa per il dominio della valuta degli Stati Uniti, che è l’unica cosa che sostiene lo stato della nazione come superpotenza mondiale. A seguito dell’inadempienza degli USA su tutti i suoi prestiti internazionali il 15 agosto del 1971, il bilancio commerciale degli Stati Uniti è stato mantenuto utilizzando una combinazione di minaccia militare e dicendo alla gente di comprare dollari solo per finanziare i continui consumi degli Stati Uniti. Dove altre valute del mondo hanno fallito nello sfidare il dollaro, e quindi questo meccanismo di mantenimento della supremazia economica degli Stati Uniti, i bitcoin possono avere successo.

Per comprendere questo scenario, abbiamo bisogno di capire quanto gli Stati Uniti d’America siano fallimentari. Per qualche ragione, la maggior parte dei riflettori in questo momento sono puntati sul fallimentare Euro; questo probabilmente è dovuto in parte dovuto al fatto che il dollaro USA è fallito molto tempo fa, e viene tenuto in vita facendo esplodere una bolla in modo più duro di giorno in giorno. Una versione ELI5 si può trovare qui (ELI5 significa “explain it like I’m five, spiegamelo come se avessi cinque anni”), ma in poche parole, gli Stati Uniti hanno fallito di onorare i loro prestiti internazionali in seguito alla guerra del Vietnam, e da allora hanno preso in prestito sempre più soldi per finanziare i loro consumi stravaganti. E’ da molto tempo, che la maggior parte del denaro viene preso in prestito solo per pagare gli interessi sui prestiti precedenti.
Lo scorso anno, il deficit di bilancio degli Stati Uniti è stato un sorprendente 50% del bilancio – per ogni dollaro di ricavi, ne sono stati spesi due. Sorprendentemente, di questo non si è discusso molto – immagino che se lo fosse, la capacità degli Stati Uniti di ripagare i suoi prestiti potrebbe essere messa in discussione, cosa che avrebbe portato giù il castello di carte come se vi venisse scaricata sopra una tonnellata di mattoni, così nessuno è veramente interessato ad agitare troppo le acque. Dopo tutto, tutti sono seduti sulle riserve americane che nel giro di una notte diventerebbero privi di valore se ciò dovesse accadere.

Gli Stati Uniti hanno avviato le loro macchine per stampare denaro, il 15 agosto 1971, e le hanno tenute in movimento da allora. Solo nel 2011, 16 triliardi di dollari – che sono migliaia di miliardi – sono stati stampati per sostenere l’economia degli Stati Uniti. Quanto è in prospettiva? E’ un po’ di più del prodotto interno lordo degli Stati Uniti. Per ogni dollaro prodotto di valore, un altro è stato stampato dal nulla, nella speranza che qualcuno lo avrebbe comprato. E la gente lo fa. Questa è la cosa – c’è un meccanismo chiave che costringe le persone a continuare a comprare dollari.

Gli Stati Uniti vengono mantenuti in vita, come nazione, per il fatto che se qualcuno vuole acquistare merci da un altro paese, come la Cina, prima deve acquistare dollari americani dagli Stati Uniti, poi scambiare quei dollari americani per la merce che vuole in Cina. Questo, e il fatto che questo si traduce in tutti i paesi che comprano tonnellate di dollari amricani per conservarli nelle loro riserve di valuta.

Il fatto che la gente deve continuare a comprare dollari per ottenere ciò che vuole da chiunque altro al mondo è il meccanismo che sostiene l’intera economia degli Stati Uniti, e ancora più importante, alimenta la sua forza militare che a sua volta impone questo meccanismo (vedi Iraq, Libia, Iran, ecc). Si tratta di un ciclo di violenza -dominio economico forzoso che porta a spese stravaganti, e abilitando tali spese, da parte degli Stati Uniti – per lo più sulla potenza militare per mantenere tale posizione fortemente dominante.

(Come nota a margine, è discutibile quanto la classe media negli Stati Uniti benefici ancora di tutto ciò. Un decennio fa, questo circolo vizioso ha reso normale un standard di vita negli Stati Uniti notevolmente più elevato che in altre parti del mondo occidentale; oggi, gli Stati Uniti si trovano praticamente ultimi in ogni categoria del tenore di vita).

Poiché gli articoli con tenore da “fine del mondo” vengono tipicamente scartati come cartaccia, ho voluto iniziare questo articolo mettendo in chiaro fatti economici. Gli USA sono in bancarotta, e l’unica cosa che gli evita di crollare sono la sua forza militare e il fatto che tutti gli altri hanno così pesantemente investito negli Stati Uniti che nessuno è disposto a vederli fallire. Così, i prestiti e gli eccessi delle spesa continuano per un altro giorno … fino a quando non lo faranno più.

Che cosa accadrebbe se gli Stati Uniti fossero uno giorno incapaci di continuare la loro spesa eccessiva? Vedremo un possente crollo dell’economia globale, ma ancora più importante, gli Stati Uniti verrebero giù con un crollo in stile sovietico, solo molto peggiore a causa delle differenze strutturali. (Per capire queste differenze, considerate il fatto che il trasporto pubblico ha continuato a funzionare durante il crollo sovietico, e che la maggior parte delle famiglie erano ben preparate alla scarsità di cibo. Negli Stati Uniti, si avrebbero invece le persone bloccate nelle periferie senza combustibile, cibo, o medicine – solo un sacco di armi e munizioni. Vedere il gap del crollo di Orlov per maggiori informazioni su questa differenza strutturale).

Arriva bitcoin, che può rompere il ciclo dei prestiti e delle spese eccessive.

Come abbiamo osservato, la ragione principale per le quali le persone sono costrette a comprare dollari americani oggi è il meccanismo internazionale di cambio delle valute. Se volete un gadget dalla Cina o dall’India, è necessario prima acquistare dollari USA, e poi scambiare i dollari per il gadget. Ma, come abbiamo visto, Bitcoin mette in ombra di gran misura il dollaro americano in ogni aspetto come un gettone di valore per il commercio internazionale. Utilizzare bitcoin è più conveniente, più facile, e molto molto più veloce rispetto ai sistemi internazionali di oggi per il trasferimento di valore.

Praticamente tutti quelli con cui ho parlato che sono coinvolti nel commercio internazionale passerebbero a un sistema simile a bitcoin in un batter d’occhio se fossero in grado di farlo, tirando il fiato dopo anni di frustrazioni crescenti con il sistema bancario tradizionale (che utilizza i dollari americani). Se ciò accade, gli Stati Uniti non saranno in grado di trovare acquirenti per il loro denaro appena stampato che mantiene la in piedi la loro economia (e finanzia il loro esercito).

Se il ciclo bloccato sul dollaro si spezza, gli Stati Uniti d’America crolleranno. Pesante. Sembrerebbe inevitabile a questo punto, e Bitcoin può essere quel meccanismo che rompe il ciclo.

Articolo trodotto da Mauro Pirata del Partito Pirata Italiano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: