YBlog

Le 3 giornate dell’Assemblea Generale del Partito Pirata Tedesco

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 13 maggio 2013
German Pirate Party General Assembly Day 3
Assemblea Generale del Partito Pirata Tedesco,  Giorno 1
11 Maggio 2013 ·
Venerdì 10 maggio 2013 La Bundesparteitag tedesca (Assemblea Generale Federale) è iniziata puntualmente alle 13:37 con un intervento di Bruno Kramm, candidato per le elezioni federali di settembre. Successivamente si è parlato di un importante cambiamento dello statuto che disciplina l’elezione del consiglio di amministrazione, che si è reso necessario per poter sostituire tre consiglieri dimissionari, due socio ordinari Julia Schramm e  Matthias Schrade, e Johannes Ponader il leader politico, che sono stati sostituiti da Katharina Nocum come nuovo leader politico e Christophe Chan Hin e Andi Popp come nuovi membri del consiglio ordinario.
C’è stata anche una variazione nella gestione delle finanze del partito, con una modifica che fa in modo che i fondi statali, che vanno a quelle regioni che hanno rappresentanti eletti ai parlamenti statali, vengano ripartite nelle altre regioni. Ciò significa che la campagna per le elezioni europee del 2014 può essere portata avanti più equamente in tutto il paese.
Fino a tarda notte i pirati hanno lottato con la necessità di stabilire un SMV ( Ständigemitgliedsversamlung – assemblea generale permanente) che permetta al partito di svolgere la propria attività on-line, invece di basarsi su incontri fisici, come questo, dove solo una piccola frazione – circa 1000 dei 30.000 membri del PPDE. Ma come si avvicinava la mezzanotte non sono riusciti a raggiungere i 2/3 della maggioranza richiesta per il cambiamento.
Il Sabato (11 maggio 2013) I pirati cercheranno nuovamente di stabilire una SMV e discutere il loro programma elettorale.
di Andrew Reitemeyer http://piratetimes.net/german-pirate-party-general-assembly-day-1/

———————
Assemblea Generale Partito Pirata tedesco giorno 2

Sabato 11 maggio 2013 La Pirati tedeschi si sono occupati di formulare delle politiche che aiutino ad ottenere successo elettorale a settembre.
Non si è trattato di ratificare un insieme di politiche fatte su misura da spin-doctor sulla base dei risultati di sondaggi e progettate per attirare l’ignaro elettore.
Molti dei punti per il programma elettorale sono stati adottati in blocco poiché la discussione si era per lo più svolta on line, ma un numero significativo di mozioni doveva essere deciso su base modulare – richiedendo una quota di maggioranza dei 2 terzi per passare.
Questa è realtà, cruda democrazia.
Sotto il controllo di una stampa per lo più avversa, ci sono stati decisi dibattimenti sulle opinioni e per ogni mozione presentata ci sono state lunghe code per parlare ai microfoni pro e contro le proposte.
Tra le mozioni che sono passate si possono contare:
– L’opposizione alla raccolta e conservazione dei dati relativi ai viaggi
– Il rafforzamento dei diritti dei lavoratori nell’industria del sesso libero
– La liberalizzazione del controllo di fuochi d’artificio
– Rendere più semplice predisporre per i cittadini referendum federali
– Protezione e la libertà in internet
– Utilizzo nelle scuole di materiali didattici open
– Opportunità di lavoro senza restrizioni per gli accademici
– Sebbene il partito sia per l’eventuale introduzione di un reddito di base incondizionato si è deciso di sostenere nel frattempo l’introduzione di un salario minimo in tutto il paese.

Durante i lavori il presidente del Partito Bernd Schlömer ha mostrato un poster e acceso la folla con lo slogan “Ich bin motiviert” – Sono motivato – dando un impulso positivo all’umore del gruppo.

E’ stato fatto un altro tentativo di introdurre la SMV (Ständige Mitgliedsversamlung l’assemblea generale permanente on-line). Purtroppo ci sono stati dei ritardi causati da trolling, ripetute richieste di modifiche all’ordine dei lavori e che ogni volta hanno richiesto scrutinio segreto con una tattica concertata, simile a l’ostruzionismo americano, nella speranza che il tempo si sarebbe esaurito. La conferenza ha deciso di aprire un’ora prima di Domenica mattina per cercare di affrontare il tema in modo corretto e democratico. Inoltre un gruppo di pirati dalla città di Brema erano così entusiasti del dell’idea che hanno voluto carci sopra.

12 maggio 2013 · da Andrew Reitemeyer http://piratetimes.net/ppde-ga-2/
———————————————–

Assemblea Generale del Partito Pirata Tedesco, giorno 3Nella giornata conclusiva dell’assemblea generale i pirati tedeschi hanno compiuto un passo importante per poter fare eleggere più parlamentari Pirata alle prossime elezioni europee del 2014 e nel continuare la collaborazione tra partiti nazionali, ratificando la “Dichiarazione di Parigi”. Questa dichiarazione definisce gli scopi del PPEU (Pirate parti d’Europa). Tutto ciò è stato fatto senza che ci siano state obiezioni formali.

Lo scopo dell’organizzazione è quello di rappresentare il Movimento Pirata europea alle istituzioni europee e di lavorare nell’interesse dei suoi membri, tra l’altro:
• Facilitare il coordinamento e la cooperazione tra i suoi membri.
• Assistere i propri membri nel promuovere il movimento pirata in Europa.
• Far propri i principi del manifesto Pirata, che sarà allegato agli statuti.
• Funzionare quale collegamento tra i Partiti Pirata europei e deputati Pirati.
• Incoraggiare e sostenere i suoi membri nell’organizzare eventi incentrati su tematiche europee
Solo i Partiti che ratificano questa Dichiarazione potrannoe essere parte del PPEU.
Altre mozioni approvate sono:
•  rigorma del diritto d’Asilo
•  il cosiddetto “six pack” di riforme per l’Europa, tra cui: maggiore partecipazione dei cittadini e diritti per il Parlamento europeo, un piano Marshall per affrontare la crisi economica in Europa, la produzione di energia che dovrebbe essere decentrata e net-centralizzata, dovrebbe essere garantito l’accesso a una rete neutrale Internet e promosse le licenze Creative Commons, e dovrebbe essere abbandonato il concetto di una “fortezza Europa”.

• abolizione a livello europeo dell’ora legale
• Il Movimento Gioventù Verde è stato proclamato il secondo movimento giovanile del Partito Pirata insieme ai Giovani Pirati.
 Alla fine della giornata è stata votata una forma di assemblea generale permanente. Spetta ora ai geek e filosofi farla funzionare su così larga scala.

13 maggio 2013 · da Andrew Reitemeyer http://piratetimes.net/ppde-ga-3/

Traduzione a cura di Mauro Pirata del Partito Pirata Italiano

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: