YBlog

Che cos’è il TPP? E ‘la più grande minaccia globale a Internet dall’ACTA

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 30 aprile 2013

Home

di KATITZA RODRIGUEZ AND MAIRA SUTTON traduzione di Mauro Pirata del Partito Pirata Italiano

Gli Stati Uniti e dieci governi di tutto il Pacifico si stanno incontrando di nuovo il 15-24 maggio a Lima in Perù per tirar fuori l’accordo segreto Trans-Pacific Partnership (TPP). Il TPP è una delle peggiori minacce globali per Internet dall’ACTA.

Dal momento che i negoziati sono stati segretati dall’inizio, sappiamo principalmente che cosa c’è nella versione attuale di questo accordo commerciale grazie ad una bozza trapelata a febbraio 2011 [PDF] http://keionline.org/sites/default/files/tpp-10feb2011-us-text-ipr-chapter.pdf

Sulla base di questo testo, alcune altre note trapelate, e la natura non democratica di tutto il processo, abbiamo tutte le ragioni di allarmarci sulle disposizioni per l’applicazione delle norme sui diritti d’autore contenute nel presente accordo commerciale multinazionale.

E’ probabile che il TPP esporti alcune delle peggiori caratteristiche della legge sul copyright degli Stati Uniti ai paesi del Pacific Rim: un ampio divieto di infrangere i lucchetti digitali sui dispositivi e sulle opere creative (anche a fini legali), un termine minimo dei diritti d’autore della durata della vita del creatore più 70 anni (l’attuale norma internazionale è di 50 anni dalla morte dell’autore), la privatizzazione delle persecuzioni per violazioni del copyright, danni previsti per legge senza necessità che vi sia prova di un danno effettivo, e sequestro da parte del governo di computer e apparecchiature coinvolte nella presunta violazione. Inoltre, il TPP è peggiore rispetto alle norme sul diritto d’autore degli Stati Uniti: non esporta molti dei contrappesi ed eccezioni che prediligono l’interesse pubblico e agiscono come valvole di sicurezza nel limitare la protezione dei titolari dei diritti. Aggiungendo al danno la beffa, le norme sulle copie temporanee del TPP potranno probabilmente creare effetti devastanti su come le persone e le aziende si comportano on line e le loro funzionalità di base per utilizzare e creare sul web.

L’obiettivo dichiarato del TPP è quello di unire i paesi del Pacifico con tariffe armonizzate e regole commerciali tra di loro, ma in realtà, è molto più di questo. Il capitolo “proprietà intellettuale” in questo massiccio accordo commerciale probabilmente costringerà a fare modifiche alle norme sul diritto d’autore e dei brevetti in ciascuno dei paesi firmatari. Accettando queste nuove regole si dovranno non solo riscrivere le leggi nazionali, ma anche limitare in futuro la possibilità per i paesi di introdurre leggi più equilibrate sul copyright. Questa strategia può finire per danneggiare le leggi più equilibrate di altri paesi come il Cile, dove è richiesto un ordine giudiziario per gli ISP per essere considerati responsabili per violazione del copyright e per rimuovere i contenuti. Questi sistemi proteggono meglio gli utenti e gli intermediari da richieste di rimozioni di contenuti sproporzionate o spinte da motivi di censura. Se il testo finale del TPP costringerà i paesi ad adottare e privatizzare il sistema di notifica e rimozione, questo potrebbe implicare la fine del sistema cileno. Potrebbe anche minare il regime canadese di notifica-notifica.

L’industria dei contenuti può e continuerà a corrompere e mentire per proseguire nel loro modo di ottenere leggi che proteggano i loro interessi, e quello che vogliono più di ogni altra cosa è che noi restiamo passivamente ignoranti. Lo hanno fatto con SOPA, ACTA, e ora è il TPP [ESP]. Sta diventando una sfida per sconfiggere queste politiche, ma possiamo farcela. La conclusione del TPP è prevista per il mese di ottobre, ma il nostro obiettivo è quello di ottenere che vengano rimossi gli aspetti peggiori di queste disposizioni sul diritto d’autore. Il modo di reagire è quello di dimostrare che non siamo disposti a rinunciare: alla domanda di un processo aperto e trasparente, che permetta a tutti, compresi gli esperti membri della società civile, di analizzare, domandare, e sondare tutte le iniziative per regolamentare Internet. La segretezza deve essere fermata una volta per tutte.

Attivati

(Non sei Statunitense? Vai qui http://stopthetrap.net/)

Qui di seguito c’è la nostra infografica che evidenzia gli aspetti più problematici del TPP. Si prega di diffondere queste informazioni su come questo accordo avrà un impatto su voi e il vostro paese. Premere il pulsante destro del mouse e salvare l’immagine del file PNG, oppure è possibile scaricare la versione PDF di seguito. Remix-atela, sviluppatela, e diffondete queste informazioni. Cerchiamo di proteggere e difendere Internet da questo accordo commerciale segreto.

Pdf https://www.eff.org/sites/default/files/tpp_0.pdf

Fonte originale:  https://www.eff.org/deeplinks/2013/04/tpp-biggest-global-threat-internet-acta

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: