YBlog

Prestito digitale nelle biblioteche: serve revisione dell’InfoSoc Directive

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright by yanfry on 28 marzo 2013
Pubblicato il 19 marzo 2013 da Fabio Di Giammarco

Le biblioteche pubbliche sono autorizzate a prestare libri grazie a limitazioni legali del copyright  e con equo compenso a favore degli autori. Perché lo stesso sistema non può essere utilizzato anche per il prestito pubblico degli ebook? È una delle domande centrali di un report commissionato dal ministro olandese dell’Istruzione/Cultura e Scienza, Jet Bussemaker.

Alla base di questa situazione c’è una  diversa interpretazione giuridica per i due supporti:il libro elettronico, a differenza del libro a stampa, non è considerato una pubblicazione in vendita ma una concessione in licenza, una sorta di servizio cui – date certe condizioni contrattuali che sono lasciate ad accordi privati tra le parti – si può accedere o no (un po’ come accade per i software).

Lo studio olandese – nell’ambito di un piano per lo sviluppo di una biblioteca digitale nazionale – ha preso in esame, sia a livello normativo nazionale che europeo – le possibilità giuridiche per un prestito digitale pubblico. In particolare, ha cercato di capire se il quadro del copyright dell’EU possa lasciare spazio all’introduzione di una eccezione a favore del prestito digitaleLa Direttiva (Infosoc), sembra però escluderlo. Infatti,  l’articolo 5 (3) (n) potrebbe al massimo concedere un’apertura per l’e-lending esclusivamente on-site, cioè attraverso i terminali della biblioteca, ma non di certo per un prestito via internet dai computer di casa.

Tuttavia, il ministro Bussemaker vuole che la questione prestito digitale nelle biblioteche pubbliche sia inserita – nella parte relativa al copyright –nell’agenda  della Commissione europea. Obiettivo: una revisione della Direttiva con l’aggiunta di una limitazione legale del copyright, del tutto simile a quella già in vigore per il prestito normale dei libri da parte delle biblioteche pubbliche, anche per il prestito digitale.  

Il fatto è che le biblioteche non possono – anche rispetto ai nuovi supporti digitali –essere messe sullo stesso piano dell’utente privato obbligato a rispettare contratti che il fornitore di ebook praticamente “impone”, ma al contrario hanno diritto a una legislazione particolare compatibile con la loro missione istituzionale di servizio pubblico.  

Fonte: http://www.culturadigitale.it/wp/prestito-digitale/123/prestito-digitale-nelle-biblioteche-serve-revisione-dell%E2%80%99infosoc-directive/

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: