YBlog

E’ sbagliato definirli “fascio-grillini” … ci ho ripensato

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 17 marzo 2013

da un messaggio in mailing list comunicazione di un Pirata italiano

CI HO RIPENSATO

Stamattina alla Camera hanno eletto Presidente una persona, una donna davvero poco “normale”: Laura Boldrini.

E’ una persona che stimo moltissimo, è una persona la cui storia personale dovrebbe azzittire chiunque:
fino all’altro giorno è stata la più seria, la più combattiva, la più impegnata portavoce che abbia mai avuto l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.
… dispongo del tesserino Stampa Parlamentare e così ho deciso di andare alla Camera per la sua elezione.
Mi sono commosso.

Ma non è di questo che volevo scrivere.
Il titolo del thread si spiega perché sì, ci ho ripensato.
Come tanti di noi in questi giorni sto provando a riflettere su quel che è avvenuto alle elezioni, sulle ragioni dell’esplosione di consensi al movimento di Grillo.
E ho pensato che un movimento che conquista tanti voti popolari sia sbagliato definirlo “fascio-grillino”, come avevo fatto fino ad un mese fa’.
Invece ci ho ripensato: sono davvero fascio-grillini.

Stamattina, poche ore fa, i deputati a 5 Stelle non hanno votato Laura.
Sotto dettatura del loro capo.
Di quel Grillo, proprio di quel Grillo che magari discettava della fine della destra e della sinistra nello stesso momento in cui Laura andava a rischiare la vita per sottrarre alcune migliaia di profughi alla morte in Mali.
Non l’hanno votata perché inebetiti dalla nuotata nello Stretto del loro capo, nello stesso momento in cui Laura si trovava in Rwanda, rischiando la vita per far arrivare una colonna di soccorsi ai profughi.

Non l’hanno votata e magari non l’hanno neanche applaudita quando – cosa che non è mai accaduta in quel triste Palazzo che è la Camera dei Deputati – un Presidente ha esordito nel suo discorso di insediamento schierandosi dalla parte dei migranti che muoiono nel Mediterraneo.
Sferzando la politica a fare, non limitandosi al cordoglio successivo.
Quando è finita la votazione e sono usciti dall’aula, ero in Transatlantico.
I giornalisti hanno chiesto a qualcuno di quelle facce da cazzo, stile Comunione e Liberazione dei grillini, perché non l’avessero votata.
“Non possiamo rispondere”, hanno detto tre, quattro di loro.
Una ha detto (a me): “Non sapevo chi fosse….”.
Lei non sapeva chi fosse ma lo sapevano quei quattro, cinque ragazzi maghrebini che piangevano dalla gioia.
Che non erano potuti entrare alla Camera ma l’hanno aspettata fuori, solo per abbracciarla.
Forse li aveva salvati, forse aveva salvato qualche loro parente, qualche loro amico.

Sì, ci ho ripensato: sono fascio-grillini.
Contro cui va scatenata una nuova resistenza.
Ora so di cosa voglio occuparmi, assieme a JoJo, nelle prossime settimane.
\#iostoconlaura

«—»

riposta di una collega pirata nella stessa lista

Invece ci ho ripensato: sono davvero fascio-grillini.

Dico una cosa banale:
la politica è complessità.

Queste priorità ci sembrano fasce? “Legge anticorruzione, abolizione dei finanziamenti ai partiti, legge sul conflitto di interessi e riforma della legge elettorale. Sono alcune delle priorità che il Movimento 5 stelle ha illustrato alla nuova presidente della Camera, Laura Boldrini…”
non sono quelle che il nostro meraviglioso pd, per niente fascio, avrebbe potuto/dovuto fare e mai ha fatto?

Il Fatto Quotidiano: ” La loro (del 5stelle) presenza in Parlamento ha costretto Pd e Sel, partito che ha candidato Boldrini, ad una lenta destrutturazione della * bramosia dell’apparato* che già aveva pregustato *posti e poltroncine*.

Pd e Sel hanno virato verso il rinnovamento, unica strada per recuperare credibilità e scongiurare o, nella migliore delle ipotesi, incontrare l’onda grillina. E’ un segnale, il primo, ma anche una dimostrazione. Dentro l’anima grande della sinistra e del civismo progressista ci sono personalità che, in questi anni, hanno continuato nei loro ambiti a tenere alto il senso delle istituzioni e i valori costituzionali. Queste persone ora diventano risorsa, vertici istituzionali del Paese, non è mai tardi per cambiare.
Questo mutamento è figlio dell’ondata grillina che ha costretto Pd e Sel ad un nuovo approccio. E’ il primo effetto del M5S.
C’è anche un ma. Visto che Laura Boldrini è il nuovo e non è dentro quell’apparato partitocratico che i grillini vogliono spazzare via, il M5S avrebbe potuto votarla e non lo ha fatto.”

se il voto fosse rimasto nell’alveo pd/pdl, l’apparato pd avrebbe mai mollato una poltrona simile?

cut

Sì, ci ho ripensato: sono fascio-grillini. #iostoconlaura

sì, anch’io, ma non quando approva il rigore di Napolitano, dai due marò in su, rigore da cioccolataro anche con Laura, la politica è complessità 🙂

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] E’ sbagliato definirli “fascio-grillini” … ci ho ripensato. […]

  2. ubik88 said, on 25 marzo 2013 at 4:12 pm

    Prima vi era da una parte la vocazione totalitaria di Grillo e dall’altra il movimento dei cittadini. Adesso, molti di quei cittadini hanno sposato la vocazione totalitaria del capo… occhi aperti, ci stiamo giocando molto


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: