YBlog

MEETING DEI PARTITI PIRATA D’EUROPA per la costituzione del PPEU, un unico grande Partito Pirata Europeo in vista delle elezioni del 2014

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 12 novembre 2012

Il 17 e 18 Novembre i pirati e rappresentanti dei Partiti Pirata d’Europa si incontrano a Roma, per parlare della pianificazione della campagna elettorale comune nel 2014, della visione economica e politica congiunta del movimento pirata e di un’installazione paneuropea di Liquid Feedback per sviluppare una programmatica europea senza essere limitati da frontiere nazionali.

L’appuntamento è

il 17 al Csoa Sans Papiers, in via Carlo Felice, 69, presso San Giovanni,

(si potra’ seguire in streaming radio da http://radiosonar.net/ *chat* da http://hinezumi.im/ #pirati)

il 18 al Fusolab 2.0, viale della bella villa, 94

Ospiti e osservatori potranno essere presenti se in numero limitato e senza creare disturbo alla riunione.

Per il 18, dopo la chiusura dei lavori, è prevista una conferenza stampa alle 13.30, presso il Fusolab 2.0, viale della bella villa, 94, al termine della quale sarà possibile intervistare i delegati europei.

6 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. non_ve_lo_dico_il_nome_mio said, on 12 novembre 2012 at 8:55 pm

    il fatto che tutti la debbano pensare allo stesso modo all’interno del PP, non ne fa un movimento ed un partito che non segue schemi differenti da tanti altri partiti, ne fa una struttura gerarchica, dove ci sono dei delegati e tutti votano su interessi comuni, chi sembra non la pensi come loro è OUT.

    non mi sembra affatto democratico, al contrario è peggio delle dittature che ci sono state in tutto il mondo: Chile, Cuba, Italia , Russia, Spagna, Yugoslavia

    non mi sembra anche affatto democratico che non si possa esprimere la propria opinione durante un meeting e che sia riservato solo alla stampa poter fare interviste

    vorrei ricordare che secondo l’ART.21 della Costituzione Italiana i cittadini hanno pari libertà di esprimere il loro libero pensiero, al tempo stesso vorre ricordare come il I° Emendamento della Costituzione Americana tuteli la libertà d’Espressione e se non bastasse la Carta dei Diritti Umani, permette ad ogni persona di poter esprimere il proprio pensiero, se ciò non dovesse bastare ancora, allora debbo pensare che siamo in un REGIME de facto.

  2. yanfry said, on 12 novembre 2012 at 11:18 pm

    Salve, non capisco ne cosa abbia a che fare il suo commento con il meetting del PPEU ne da dove derivi questo suo tipo di commento.
    Contrariamente da quanto dice ogni Pirata ha diritto a parlare in nome e per conto del PP-ITA se e quando sia in linea con i principi statutari e le deliberazioni dell’Assemblea di tutti gli iscritti (l’Assemblea Permanente) mentre se desidera fornire opinioni e giudizi personali e è legittimato dalla stessa AP chiarendo che quanto dice è espresso a titolo personale (la libertà di espressione è uno dei nostri valori fondanti).
    Byez.

  3. Partito Pirata Roma said, on 13 novembre 2012 at 1:24 am

    sara’ movimentorevolution sotto mentite spoglie😀 chi vuoi che sia che va postando commneti OFFTOPIC? lol

  4. BR said, on 13 novembre 2012 at 9:52 pm

    Non credo che sia importante che un’assemblea ricordi che una persona sta parlando a titlo personale ed infatti è proprio questo il fondamento della Libertà d’espressione, ovvero poter esprimere il proprio pensiero liberamente, sarebbe davvero noioso vivere in un mondo dove non ci siano diversità d’opinione.

    Proprio perchè una persona nasce libera ed è libera di esprimere il suo pensiero, rilegarla sotto un’unica bandiera quale quella del PP, è limitativo e repressivo per quel che riguarda la Libertà d’Espressione

    Vorrei ricordare a tutti Voi di guardare il website “Reporters Sans Frontiers” http://rsf.org

    Non mi meraviglia affato che dopo 20 anni di Berlusconismo l’Italia riguardo alla Libertà d’Espressione sia rilegata a schemi fissi (FASCISMO).

    La causa di ciò è dovuta al fatto che la gente per 20 e più anni si è lasciata abbindolare dalle Sue emittenti televisive, dunque se la gente cresce vedendo la linea politica di quello che desiderano far vedere le televisioni, non può meravigliare che oggi una NAZIONE sia a destra, ciò è l’effetto di quanto è stato vissuto per decenni.

    “Bruce Sterling” ad un intervista per l’Espresso “Facebook ha i giorni contati”, disse chiaramente che abbiamo laciato il potere in mano a dei magnati il cui loro interesse è quello del profitto, del lucrare, dei principi di Libertà, Uguagliaza, Fraternità, a livelo mondiale, sinceramente possono sbattersene, tanto ciò che interessa è avere i dati degli utenti tramite FB, affinchè possano apprendere quali siano i loro gusti e proprinargli la pubblicità su misura, per soddisfare le loro false necessità.

    Anche l’Iphone non è stato lasciato al caso, nei colori bianco o nero, gli studi psicologici sui colori inducono le persone ad acquistare un oggetto e tanto più indurli a comprare secondo false necessità, per il mero profitto.

    Indurre per persone ad acquisrtare per qualcosa di cui realmente non hanno bisogno !

    Più che i colori come il bianco ed il nero, normalmente si usano i colori solari, perchè questi richiamano l’attenzione, il bianco è soo la rappresentazione di tutti i colori, mentre il nero in realtà è assenza di colore.

    Arrivati al punto estremo, è arrivato il momento di riappropriarsi delle nostre vite e decidere noi e non far in modo che gli altri decidano come dobbiamo vivere la nostra vita.

  5. BR said, on 14 novembre 2012 at 10:38 pm

    oggi abbiamo toccato il fondo, per puro caso ero a Campo dei Fiori, e mi sono ritrovato in mezzo al corteo, verso, sono riuscito ad uscire ed ho imboccato Vittorio Emanuele, a quel punto ho trovato davanti a me ben 6/7 autoblindo della polizia in assetto di guerra, con caschi, manganelli, scudi, che aspettavano solo l’ordine per muoversi, sono passato in mezzo a loro ed ho tirato dritto, poi mi sono fermato all’Argentina ed ho visto la polizia che faceva marcia indietro e con le autoblindo occupava i binari dell’8, ipoliziotti aspettavano solo l’ordine per muoversi e sono scesi in assetto guerra.

    a quel punto hanno inizato a correre, da quel che mi è stato raccontato, ben 3 file di universitari di La Sapeinza avrebbero provocato lo scontro iniziando a lanciare oggetti di ogni genere, comprese le bombe carta. Gli stundenti erano muniti di caschi e scudi, dietro queste tre fila c’erano gli studenti dei licei romani, che sono stati caricati senza alcun motivo, studenti di 15 anni a dir tanto.

    studenti che erano scesi in piazza perchè volevano difendere il diritto allo studio, perchè ancora credono nei valori che gli sono stati dati dai loro genitori, fortunatamente ancora ci sono ragazzi che ragionano e che non pensano solo ad avere l’utimo smart phone.

    a quel punto la polizia ha sparato due volte due lacrimogeni, a distanza di 100 metri, era possibile vere un fumo alto almeno 10 metri durante tutto questo gran caos ho preso i miei contatti ed ho inizato a raccontare ciò che vedevo.

    una signora all’altezza della fermata dell’8 urlava contro la polizia dicendogli che se la stavano prendendo con i ragazzini di 14 anni, chi ha provato a prendere le difese dei minorenni è stato pestato a sangue, questo è stato fatto anche nei confronti di gente aziana o di gente che si è ritrovata il quel momento a passare in quel preciso istante e sono stati presi e manganellati, ridotti a maschere di sangue e spediti all’ospedale.

    decisi dunqeu di spostarmi da tale percorso ed imboccai tra le traverse, l’isola tiberina, in modo che potessi andare verso Porta Portese, come andai verso l’isola tiberina, mi trovai davanti ad un vero e proprio assett ofi guerra da parte della municipale e della polizia, camminando sempre raso al ponte, arrivai a ponte sublicio, li inizia a far domande e a chiedere per poter avere una versione dei fatti da parte di tutti gli studenti.

    una ragazzina inerme che era fuori dal corteo è stata pestata dai poliziotti ed aveva il sangue che veniva giù per la faccia, la ragazzina è stata presa e portata con l’ambulanza in ospedale.

    la polizia non ha fatot distinzioni, ha osato solo colpire, anzichè difendere i cittadini, gli è andata contro, li ha pestati, torturati, ha calpestato i loro diritti umani, quali il diritto allo sciopero per far valere i propri diritti quale il diritto allo studio

    i ragazzini volevano portare il corteo sotto Palazzo Chigi, per farsi ascoltare e questo è stato il risultato di una manifestazione.

    una versione terroristica pepetrata dalla polizia, la polizia non ha pensato al limite a levare dalla manifestazione persone inermi che non avevano alcuna responsabilità e che non avevano provocato alcunchè, ha deciso di manganelllare chiunque capitasse loro a tiro.

    le torture debbono finire, nel 2001 morì Carlo Giuliani ed altri e tanti studenti frono caricati e trasportati bolzaneto, dove la polizia mise in atto i suoi sistemi di tortura. dal film : “don’t clean this blood”, la polizia non ha saputo beneficiare di ciò che il regista volesse dire, ovvero che la tortura perpetrata nei confrnonti di simili studenti non poteva esser messa in atto, ma a quanto sembra dopo 11 anni siamo da capo a 12.

    il bello od il brutto dir si voglia, è che nel codice civile e codice penale, non esiste per la polizia una responsabilità per questi sistemi di tortura messi in atto e dunque allo stato attuale non si può far niente contro li loro, non si possono nemmeno far dimettere o farli carcerare.

    dopo quanto ho visto, ho ascoltato e dopo quanto sono riuscito a raccogliere come infomrazioni da ogni person a coinvolta nel corteo, oggi sono qui per chiedere a tutti di organizzare un corteo da portare sotto Palazzo Chigi, che vogliano o non vogliano, affinchè la polizia finisca di mettere in atto questi sistemi di pestaggio e di torture contro persone inermi.

    non sono nemmeno dell’idea chela polizia debba detenere pistole scudi e caschi, se il cittadino sfila senza aver nulla addosso, allora il poliotto si deve adattare al caso e non può mettere in atot sistemi id brutalità di tal genere.

    è arrivato il mmomento di riporre il gazzettino dello sport ed iniziare a prender atto di quanto succede e di preoccuparsi seriamente del nostro paese.

    l’opinione pubblica in italia non conta, perchè la gente non si fa sentire e perchè non mostra il suo dissenso contro quanto sta accadendo.

    se l’opinione pubblica fosse un pò più sensibile un governo dovrebbe prender atto di quanto sta accadendo ed il primo cittadino, il Sindaco Gianni Alemanno, dovrebbe prender le distanze da questi sistemi di pestaggio e di turtura perpetrati sui Suoi cittadini.

    chiedo dunque di organizzare una MANIFESTAZIONE per difendere i diritti umani sotto ogni punto di vista.

    spero che come me la pensino in molti e sarò ben felice di leggere che altre e tante persone sono ben pronte a sfilare per difendere i valori del nostro paese.

    comunque quanto è successo certo non finirà in una bolla di sapone, almeno per quel che riguarda il sottoscritto, ora provvederò a girare la notizia a vari giornali Europei.

    al tempo stesso non creod che non nessun padre o madre di famiglia è disposto a vedere che i propri figli vengono uccisi o torturati dalla polizia, stiamo parlando di studenti che credono di poter cambiare il mondo, ma ancora non sono a conoscenza del fatto che loro si dovranno adattare a questo malcostume, lo scopriranno pagandone le conseguenze e quelli che oggi sono stati manganellati, si faranno un’idea diversa del paese in cui vivono.

    noi che potremmo essere i loro padri o madri, dobbiamo prendere le loro difese e dobbiamo fare i conti con la nostra coscienza.

    dunque è giusto che ancora all’alba del 2012 vengano utilizzati simili sistemi o la polizia pensa che potrà utilizzare sistemi civili a difesa del cittadino ?

    io la mia coscienza la frequento e la mia coscienza dice che non accetta simili soprusi, sono ben disposto ad andare sotto Palazzo Chigi anche da solo, se questo dovesse servire a cambiare le cose, ma sper oche tanta altra gente come me voglia unirsi per difendere se stessi dai sistemi perpetrati dalla polizia.

    saluti

  6. BR said, on 15 novembre 2012 at 8:03 pm

    Con la presente Vi informo che a Roma sto cercando di organizzare una MANIFESTAZIONE di contestazione per quel che avvenuto ieri allo sciopero studentesco, dove gli studenti inermi sono stati massacrati SELVAGGIAMENTE dalla POLIZIA, intanto sto passando la voce fra gli amici miei che sono padri di famiglia e che non accettano che i loro figli/e non tornino a casa perchè vengono MANGANELLATI dala POLIZIA.

    Sto parlando di studenti di 14 anni che non avevano alcuna colpa e che non erano ne in atto di sommasso e non detenevano lacun arma atta ad offendere le forze dell’ordine.

    E proprio secondo tali criteri, si cercherà di far dimettere i poliziotti che hanno usato metodi di tortura e bruti e che vengnao riconosciuti colpevoli in sede penale e vengano messi agli arresti

    Per il 15 di Dicembre 2012 vogliamo scendere in piazza, spero che molti come me vogliano unirsi ed attendo una Vostra risposta.

    saluti

    p.s: le BR sono con gli studenti


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: