YBlog

Rapporto UE rivela interferenza del traffico P2P da parte degli ISP

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 31 maggio 2012

Un nuovo rapporto diffuso oggi ha rivelato la portata delle pratiche di gestione del traffico da parte degli ISP che si traducono in limitazioni ad un’Internet aperta. La relazione UE, che copre 381 ISP che servono più di 340 milioni di abbonati, rivela che il 21% degli utenti di rete fissa a banda larga in tutta Europa sono colpiti da ISP che limitano il traffico P2P, percentuale che sale al 36% nel mercato della telefonia mobile.

La relazione è stata lanciata nel 2011, a seguito delle richieste della Commissione Europea indirizzate al BEREC , l’Organismo dei regolatori Europei delle comunicazioni elettroniche. L’obiettivo era quello di raccogliere informazioni relative al dibattito sulla neutralità della rete, in particolare per quanto riguarda le azioni intraprese dagli ISP per ostacolare, soffocare, bloccare o degradare il traffico Internet.

Un questionario è stato inviato agli ISP in tutta Europa e le risposte finali sono state di 381 fornitori di servizi Internet, 266 ISP di ‘linea fissa’ (140 milioni di abbonati) e 115 operatori di telefonia mobile (200 milioni di abbonati).
Tra l’altro sono state richieste informazioni sulle loro pratiche di gestione del traffico nel rispetto di una serie di obiettivi tra cui preservare la qualità del servizio, accordi contrattuali con i clienti, sicurezza della rete e altre misure richieste dall’ordinamento giuridico.

Forse non sorprende che le restrizioni più frequentemente riportate, al di fuori delle semplici data-capping contrattuale, hanno interessato il blocco e/o limitazione del peer-to-peer e del traffico VoIP. Un totale di 49 ISP di linea fissa hano riportato l’interferenza con il P2P, come hanno fatto 41 operatori di telefonia mobile.
Sebbene queste difficoltà interessino almeno il 20% di tutti gli abbonati, la relazione rileva come l’impatto sugli utenti finali può variare. Alcuni ISP limitano tutti i loro utenti, alcuni solo una percentuale. Altri limitano il traffico durante alcune ore della giornata, mentre alcuni hanno vincoli contrattuali che non sono necessariamente applicati tecnicamente.

Complessivamente, nel mercato di rete fissa a banda larga almeno il 21% degli utenti sono affetti da limitazioni P2P, o in campo tecnico o per clausole nei loro contratti. Nel mercato della telefonia mobile tale cifra è del 36%. Quando si tratta di restrizioni erlative al VoIP, almeno il 21% del mercato mobile affronta limitazioni con la possibilità di un ulteriore 18% a seconda delle condizioni.
I risultati dello studio saranno utilizzati nel dibattito in corso sull’Internet Aperta in Europa. All’inizio di quest’anno i Paesi Bassi sono stati il primo paese a sottoscrivere i principi della net neutrality in forma di legge, che limita l’uso di limitazioni sul P2P da parte degli ISP. Al Parlamento europeo i Verdi propongono di garantire la neutralità della rete al resto dell’Europa.
Il rapporto completo intitolato BEREC risultati sulle pratiche di gestione del traffico in Europa può essere scaricato qui (pdf)

Fonte: http://torrentfreak.com/eu-report-reveals-p2p-traffic-interference-by-isps-120530/

Licenza CC: http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/

Traduzione a cura di yanfry per Partito Pirata Italiano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: