YBlog

Avviso per la dott.ssa Mascarino: c’è What.cd

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 28 ottobre 2010
In breve:
Nasce un nuovo tracker BitTorrent, denominato what.cd, con motore rinnovato e numeri di tutto rispetto. Talmente rispettabili che forse si ripresenta il fumus commissi delicti, a suo tempo visto dal GIP Mascarino

Roma – I lettori di questo sito ben ricordano la tormentata vicenda di The Pirate Bay e di tutte le vicissitudini in cui si è trovata (e si trova ancora) coinvolta, il cui epilogo tricolore si è palesato in un ridicolo “oscuramento”, del quale non si cura nessuno perché la Baia è comunque accessibile con dei proxy anonimi, perché comunque utile come tracker BitTorrent e perché esistono mille alternative che rendono il suo “oscuramento” assolutamente inutile. A quelle mille alternative se ne sta aggiungendo una di tutto rilievo: si tratta di What.cd, quello che TorrentFreak non esita a definire “uno dei più grandi tracker BitTorrent su Internet”.

I numeri di What.cd parlano molto chiaro: 343.243 artisti, 5 milioni di peer, 3500 richieste al secondo indirizzate al suo meccanismo di tracking. Si tratta di un’evoluzione, spiegano, di quel che era nato come “community privata di appassionati di musica” e TorrentFreak ne pubblica tutta la storia, redatta dal gruppo stesso, non accessibile senza registrarsi.

Schermata di What.cd

Per questo si è scelto come titolo “Avviso per la dott.ssa Mascarino: c’è What.cd”. La dottoressa Raffaella Mascarino è infatti il GIP che a suo tempo aveva individuato il fumus necessario al sequestro preventivo della Baia dei Pirati, poi annullato dal Tribunale di Bergamo, con tutta la storia “a seguire”.

Probabilmente la dott.ssa Mascarino sarà interessata a sapere che, con ogni probabilità, tra quei 5 milioni di peer potrebbero facilmente essere compresi un numero di client italiani abbastanza elevato, giacché la volta scorsa l’apprendere che essi si quantificavano in 450mila (affidabilità della fonte a parte) è stato sufficiente a farle decidere per il sequestro preventivo.

Forse anche in questo caso ci si potrebbe esercitare con una sessione di Leggi versione 0.99 Beta 2, come si diceva con ilarità la volta scorsa, al fine di individuare i criteri per un sequestro preventivo di What.cd, no?

In ogni caso, meglio ribadire il concetto: Major, giudici, chiedetevi perché queste cose accadono, piuttosto che perdere tempo a reprimerle. Creare i presupposti per far mancare l’opportunità della loro presenza significa guardare avanti e costruire il futuro. Reprimerle significa agire con il paraocchi e produrre il solito risultato che dura, come si dice nella capitale, “da Natale a Santo Stefano”.

Marco Valerio Principato

Source: Avviso per la dott.ssa Mascari…� What.cd – The New Blog Times
Licenza CC: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/3.0/deed.it

Advertisements
Tagged with: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: