YBlog

Ma la Baia non era stata oscurata?

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 26 aprile 2010

In breve:
Se un quotidiano di importanza nazionale linka The Pirate Bay usando direttamente un anonymizer nel link, commette reato? Speriamo non lo pensino. Nel frattempo, ecco a cosa è servito oscurare la Baia

Era febbraio quando The Pirate Bay, il più noto motore di ricerca (e tracker) BitTorrent del mondo, è stato oscurato mediante filtraggio IP imposto ai provider. Poco prima, le avvisaglie erano solo gestite a livello di DNS.

Per oscuramento le Autorità (intendono) vorrebbero intendere che un sito dovrebbe essere reso inaccessibile. Inaccessibile significa che non se ne può ricevere il contenuto, in nessun caso e in nessun modo.

Che gli internauti italiani si fossero fatti grasse risate all’attuazione di un provvedimento assolutamente inutile è cosa nota: non è la prima volta che la compagine governativa s’impunta su questioni delle quali, sotto il profilo tecnico, non ha la benché minima percezione. Sullo specifico argomento, poi, qui ne abbiamo discusso più volte.

Dietro le scrivanie, i funzionari, i “dotthori” (l’acca è voluta), chi laureato in Scienze Politiche, chi in Economia e Commercio, chi in Sociologia, chi non è neppure laureato ma si fa ugualmente chiamare dotthore. Ce ne fosse uno, dico uno, di quelli che legiferano su questioni inerenti la Rete, laureato in Ingegneria Informatica con specialistica in Sistemi di Telecomunicazioni.

Ecco, da quelle scrivanie vengono gli impopolari provvedimenti che si abbattono poi sulla Rete come tsunami. Peccato che uno tsunami fa danni seri, mentre i loro provvedimenti creano poco più del fastidio di una zanzara. Perché affermo questo?

Perché un quotidiano di importanza nazionale, quale è Punto Informatico, testata giornalistica quotidiana da sempre e tra le poche a fare uso dei link ipertestuali nei propri testi, nel parlare del DRM (altra perdita di tempo: tentare di proteggere) il cui lucchetto è stato scardinato da Ubisoft con notevole disinvoltura, ha dovuto citare una fonte la cui residenza in Rete è proprio su The Pirate Bay.

Ma come fa a farlo, se The Pirate Bay è oscurato? Fare leva sulla “fiducia” di chi legge? Ma neanche per sogno. Semplicemente, il link nell’articolo comprende anche il trucco. Eccolo qui (continua dopo l’immagine):
Immagine
Ecco il solo risultato dell’oscuramento di The Pirate Bay: il link diventa più lungo, tutto qui

La freccina nera, nell’immagine, è il cursore del mouse. Sostando sul link, si evidenzia nella barra di stato a cosa punta il link: al servizio di anonimizzazione di Anonymouse.org, uno tra i più usati, che in cambio di un saltellante banner pubblicitario rende del tutto superfluo il blocco.

Nessuno crede alla Befana. Nessuno pensa che solo dalle pagine di Punto Informatico ci sia una magia che permette di accedere alle pagine di The Pirate Bay. Ma forse, nelle “stanze dei bottoni”, pensano che la gente creda questo. Non vorranno mica, per questo, denunciare Punto Informatico per istigazione a delinquere, spero: sarebbe l’ennesima magra figura che, come paese, ci farebbe per l’ennesima volta schernire e deridere dal resto del mondo.

Torno a domandarmi: chi rimborsa i cittadini per lo spreco di tempo e risorse per emanare un provvedimento di efficacia nulla? Adesso si sono accorti che l’IVA sulla Tassa Smaltimento Rifiuti è inapplicabile perché è una tassa sulla tassa. Gli sfugge ancora che nelle bollette del gas spesso questo meccanismo è ancora presente, perché l’IVA viene applicata dopo aver sommato tra loro il servizio di erogazione, le tasse comunali, le tasse regionali, il CIPE e qualche altra voce che non ricordo, mentre sarebbe logico applicarla solo sull’importo determinato dal consumo di gas.

Siamo o non siamo un paese tutto da rifare?

Marco Valerio Principato

Fonte: http://nbtimes.it/editoriali/5806/ma-la … urata.html
Licenza CC: http://creativecommons.org/licenses/by- … .0/deed.it

Annunci
Tagged with: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: