YBlog

La Bulgaria non è il Grande Fratello, il 2010 non è il 1984

Posted in Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 11 gennaio 2010

Per diffusione immediata

Il 14 gennaio 2010 ci sarà una massiccia protesta intorno al palazzo del Parlamento di Sofia con lo slogan “La Bulgaria non è il Grande Fratello, il 2010 non è il 1984”.

La protesta unirà i cittadini, i partiti politici e molte organizzazioni nelle richieste contro l’ultima modifica della normativa sulla conservazione dei dati.

Il progetto di legge, che approvato il 22 dicembre 2009, contiene disposizioni che consentono al Ministero degli Interni e a molte altre agenzie di eseguire un monitoraggio continuo e incontrollato del comportamento, dei movimento e altre informazioni su ogni cittadino bulgaro, a prescindere se sia o meno colpevole di alcun crimine.
Questo presuppone l’inversione dell’ “innocenza fino a prova contraria”, concetto, che è un fondamento della Costituzione bulgara, nonché di una serie di documenti europei per la tutela dei diritti umani.

Ecco alcuni punti della proposta:

1. Il Ministero degli Interni avrà accesso attraverso un interfaccia diretta ai dati di tutte chiamate telefoniche e dispositivi mobili di ogni singolo cittadino, senza alcuna ragione giuridica.
L’Ordinanza della Corte è richiesta, ma il termine “interfaccia” che viene introdotto dà alle agenzie accesso diretto e non tracciabile al database generale nazionale per ognuno di noi, rendendo inutile il controllo esercitato dalla Corte e dal Parlamento.

2. Un altro strano requisito introdotto nonostante la Direttiva, è che i dati sul traffico possono essere conservati per tutti i reati che prevedono più di 2 anni di reclusione, ovvero quasi tutti i reati.
Ancora più strano è il fatto che la legge dice espressamente che questi dati relativi al traffico possono essere usati in relazione a reati informatici, di cui al codice penale, che presto includeranno l’imprecisato oggetto di pirateria informatica.
L’altra questione chiave, contro cui lottiamo, sono le troppo ampie e abusive estensione della Direttiva, che richiedono l’inserimento di materie analoghe nella legislazione bulgara, dando così una ragione giuridica al Ministero degli Interni per entrare nel database generale ogni volta che lo voglia.
Naturalmente, ci sono molti altri problemi coinvolti, perché il quadro legislativo sulla conservazione dei dati stesso viola i nostri diritti e non è una sorpresa che stia per essere abolito in molti paesi.
Noi, in Bulgaria, continueremo a lavorare per questo.

Ecco un esempio dell’interfaccia – http://bogomil.info/dr (Firefox / richiesto).

L'”Electronic Frontier Bulgara” è una delle organizzazioni, che ha avviato la protesta e che sta conducendo la lotta contro l’intercettazione di Internet e dei telefoni cellulari dal 2008.

Siamo una parte del nucleo della protesta che si terrà il 14 gennaio 2010 alle ore 11 di fronte al Parlamento Bulgaro.
La nostra richiesta unica e principale è un cambiamento nel progetto di legge sulle comunicazioni elettroniche, che garantisca i diritti umani di tutti gli utenti di Internet e dei servizi di telecomunicazione in Bulgaria, compresi i colloqui telefonici da cellulare.

Bogomil “Bogo” Shopov
EFB EFB
bogomil@efb.bg bogomil@efb.bg

Fonte: http://bogomil.blogactiv.eu/2010/01/07/bulgaria-is-not-big-brother-2010-is-not-1984/
Traduzione a cura di Scambioetico

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: