YBlog

Isohunt perde la causa contro gli studios cinematografici USA

Posted in Internet&Copyright by yanfry on 28 dicembre 2009

Continua il periodo negativo per i grossi siti BitTorrent, dopo Mininova ora Isohunt, che in seguito ad una causa intentatagli nel settembre 2006 dai maggiori studios statunitensi, Columbia, Disney, Tristar, Twentieth Century Fox, Universal e Warner Bros, una corte federale in California, il 21 dicembre 2009, ha sentenziato che Isohunt è colpevole nell’indurre alla violazione del copyright.

In seguito alle similitudini, fra questo caso e quelli di Napster e Grokster, un giudice, Stephen Wilson, ha deciso che non c’è bisogno di procedere ad un processo completo, basta il giudizio sommario.
Come ha osservato Michael Geist nel suo blog, il giudice ha osservato che poiché Isohunt è stato ritenuto colpevole nell’aver indotto all’’infrazione, non poteva beneficiare delle disposizioni “Safe Harbor” ai sensi del DMCA (Digital Millennium Copyright Act).

Ugualmente al processo subito da Mininova agli inizi dell’anno, la Corte è stata critica nel giudicare le azioni del personale di Isohunt, nel sito e nei forum.
Secondo il giudice, l’esempio migliore di come Isohunt sia colpevole di indurre alla violazione del diritto d’autore è la sezione “Box Office Cinema” in cui sono segnalati i 20 film di maggiore incasso degli Stati Uniti, dei quali, gli utenti sono invitati a caricare i torrenti associati.
Sempre secondo il giudice, con l’implementazione di questa funzione, gli imputati si sono impegnati nel sollecitare direttamente la violazione del copy-right.

Inoltre nella lista “dei top 20 film” c’erano molti Torrent riguardanti materiale protetto dal diritto d’autore e il personale, non si è preoccupato di rimuovere queste liste.
In aggiunta, sempre il personale di Isohunt, nei forum dava informazioni agli utenti su come scaricare film d’autore compresi i link a DVD rip ed anche spiegazioni riguardanti software come Peerguardian.

Considerando, infine, che anche nel sistema di classificazione degli utenti vi erano nomi come “I pir4te, therefore I am” and “All Day I Dream About W4rez, ” la Corte ha concluso che “ gli accusati “hanno coscientemente promosso e sostenuto le attività di violazione da parte dei loro utenti, favorendo la nascita di una comunità che ha incoraggiato, anzi, ha celebrato, la violazione del copyright “.

La sentenza della Corte può essere scaricata qui,, sono 46 pagine, molto importanti per chiunque voglia gestire un sito BitTorrent o un altro servizio simile, negli Stati Uniti.
Non si sa ancora se Isohunt, deciderà di ricorrere nei confronti della decisione della Corte, in ogni caso il sito è ancora pienamente operativo in Canada.

Fonte Torrent freak
Link ita: Blog di Janet
Licenza CC: http://www.creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: