YBlog

Industrie discografiche citate per oltre 6 miliardi per pirateria dagli artisti

Posted in Internet&Copyright by yanfry on 9 dicembre 2009

Sicuramente le major si lamentano sempre dei danni a loro arrecati dal download illegale ma che dovrebbero dire gli artisti che essi stessi “pirateggiano”?

Spesso, infatti, vendono CD senza pagare i diritti d’autore agli artisti, basta pensare ad esempio alla vicenda di pochi mesi fa, quando un grande artista dell’America Latina, Alejandro Fernández, ha inviato la polizia in un ufficio della Sony Music a confiscare oltre 6.000 CD e questa è, giustamente come dice Torrent Freak, solo la punta di un iceberg.

Infatti, le etichette hanno preso l’abitudine di utilizzare le canzoni di una grande varietà di artisti per le compilation, senza garantire i diritti degli autori. Semplicemente utilizzano la registrazione e questo è in corso dal 1980 e da allora l’elenco dei brani non retribuito è cresciuto a 300.000.

Stanchi di ciò un gruppo di artisti hanno depositato una class action in Canada nei confronti di quattro importanti etichette collegate al CRIA, l’equivalente locale della RIAA. Nel mese di ottobre dello scorso anno Warner Music, Sony BMG Music, EMI Music e Universal Music sono stati citati in giudizio per uso illegale di migliaia di brani e al momento il caso è ancora in corso.

Il problema è che dati i mezzi e gli avvocati a disposizione delle etichette discografiche la causa potrebbe andare avanti per anni e giustamente gli artisti nella loro denuncia hanno scritto “ “Il comportamento delle case discografiche è aggravato dal loro approccio rigoroso e incessante nella difesa dei loro interessi e dei propri diritti d’autore nei confronti dei consumatori”.

Quindi chi è tanto rigoroso nel colpire le violazioni della legge quando si tratta del proprio tornaconto ancora di più la stessa legge dovrebbe rispettarla.

Il processo è ancora in corso, ma già alle etichette saranno richiesti risarcimenti di almeno $ 50 milioni di euro per aver violato i diritti degli artisti, e questa cifra potrebbe arrivare a 6 miliardi di euro. Allora, come dice Torrent Freak, chi sono i veri pirati qui?

Fonte Torrent Freak
Traduzione a cura di Janet
Licenza CC: http://www.creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: