YBlog

Pronuncia della Corte di Giustizia Europea : Nessun dibattito giuridico legittimerà ACTA

Posted in Informazioni Nazionali, Internet&Copyright, Politica&Società by yanfry on 23 febbraio 2012

La Quadrature du Net

Pronuncia della Corte di Giustizia Europea : Nessun dibattito giuridico legittimerà ACTA

Parigi, 22 febbraio – La Commissione europea ha appena annunciato la sua intenzione di chiedere alla Corte di Giustizia Europea (ECJ) un parere sulla conformità di ACTA con le libertà fondamentali. Oltre l’evidente intento di disinnescare l’acceso dibattito attualmente in corso, questa mossa mira a rendere la discussione ACTA un problema meramente legale, quando le preoccupazioni principali sono di natura politica.

Mentre la Commissione Europea ha sempre rifiutato di sottoporre ACTA ad una valutazione d’impatto sulle libertà fondamentali, è ora impaurita della crescente opposizione dei cittadini all’ACTA e ha deciso di guadagnare tempo.
Anche se la Corte di Giustizia Europea non ha ancora pubblicato il testo della pronuncia, ha annunciato che il suo approccio sarà limitato e puramente giuridico. Domande importanti, non verranno poste e quindi rimarranno senza risposta:

 

  • Può un’ampia interpretazione delle sanzioni penali dell’ACTA (per “violazione su scala commerciale” incluso il “favoreggiamento“) essere usata come arma d’intimidazione da parte dell’industria del copyright per costringere gli attori di Internet ad implementare misure repressive contrattuali?1
  • Quale impatto avrà sul processo decisionale dell’UE e sul dibattito pubblico scolpire sulla pietra disposizioni repressive per le quali ancora si attende uno studio di impatto e che sono fortemente criticate (come la EUCD e IPRED)?
  • Possono delle disposizioni relative al processo decisionale europeo, al libero flusso delle informazioni e della libertà di impresa su Internet essere negoziare, invece che discusse democraticamente, ed essere tuttavia legittime?
  • Come può l’ACTA essere inevitabile, quando siamo di fronte ad un aperto conflitto tra politiche repressive sul copyright e sulle libertà fondamentali, mentre altre strade potrebbero essere intraprese come riforma positiva, tenendo conto delle nuove pratiche culturali?

La Commissione europea pone le domande sbagliate, perché ha paura di ottenere le risposte giuste. Si tenta di impedire alla Corte di valutare l’impatto dell’ACTA sui diritti fondamentali, tenendo conto di come andrà ad interagire con il diritto comunitario vigente e le revisioni annunciate delle direttive IPRED ed e-Commerce”. Con questa prospettiva più ampia, ACTA gli effetti nocivi sui diritti fondamentali dell’ACTA diventano così evidenti che una pronuncia non è nemmeno necessaria” ha dichiarato Philippe Aigrain, co-fondatore de La Quadrature du Net.
ACTA è pericoloso perché mira ad eludere la democrazia e perché la sua formulazione vaga può essere interpretata in tanti modi repressivi da parte dei firmatari e dei giudici. La Commissione sembra aver paura che il l’acceso dibattito sull’ACTA ed il crescente riconoscimento che l’attuale sistema è inadeguato porti ad una riforma del copyright assolutamente necessaria per il beneficio dell’arte, della cultura e dell’innovazione nell’era digitale. Nessun dibattito giuridico può risolvere ACTA o dargli una legittimità che per sua progettazione non può avere” ha concluso Jérémie Zimmermann, portavoce per l’organizzazione civica.

La Quadrature du Net

2008 – 2012

6 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] background-position: 50% 0px; background-color:#222222; background-repeat : no-repeat; } yanfry.wordpress.com – Today, 7:03 […]

  2. […] Commissione dell’UE di guadagnare tempo e disinnescare l’acceso dibattito politico rimettendo ACTA alla Corte di giustizia dell’UE, questo Sabato 25 febbraio sarà un’occasione in […]

  3. […] legali dell’ACTA. Tuttavia, non c’è motivo di aspettare per affrontare gli evidenti problemi politici sollevati da questo […]

  4. […] dell’accordo, il Commissario De Gucht, incaricato dell’ACTA, si è visto costretto a chiedere alla Corte di Giustizia Europea un parere sulla compatibilità di questo “accordo […]

  5. […] Europea dell’ACTA Inviando tale richiesta, il Parlamento si legherebbe le mani e seguendo la recente strategia dalla Commissione ritarderebbe il dibattito […]

  6. […] respinto – forse per non dover rifare il bel disegnino – la proposta della Commissione di parere preliminare da parte della Corte di Giustizia, che era l’ennesima forzatura di metodo per arrivare a blindare il merito […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 61 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: